Vortice di bassa pressione a ovest della Sardegna: un esempio di ciclone extratropicale

ūüďƬ†di Andrea Bonina | 20¬†dicembre 2016

Le immagini satellitari centrate sull'Italia mettono in evidenza il soggetto sinottico alla base del maltempo odierno in Sicilia. Poco a ovest della Sardegna¬†√® in azione un robusto vortice di bassa pressione, una figura barica che correttamente pu√≤ essere definita ‚Äúciclone extratropicale‚ÄĚ: si tratta di un sistema depressionario alla scala sinottica tipico delle latitudini europee, che presenta fronti ben distinguibili, spiccata baroclinicit√† e un cuore freddo. Caratteristiche che lo distinguono nettamente dai cicloni subtropicali e tropicali (di quest'ultima categoria fanno parte gli uragani e i TLC).

ciclone-extratropicale-sardegna
Situazione ore 13.00 del 20 dicembre: l'immagine satellitare e proiezioni modellistiche delle correnti nel piano isobarico di 950 hPa

Attorno al minimo di bassa pressione (stimato in 1004 hPa) le correnti ruotano in senso antiorario, con intensità piuttosto sostenuta (80-100 km/h) nei settori colorati in viola nell'immagine di destra, in particolare tra il mar Ligure, le Baleari e le coste algerine. La Sicilia si colloca in un'area ad elevato wind shear verticale: al suolo soffia impetuoso lo Scirocco, mentre in alta quota le correnti spirano da SSW e si evidenzia divergenza: condizioni favorevoli a piogge e temporali soprattutto sulla fascia ionica a ridosso dell'Etna e dei Peloritani, complice il contributo del forcing orografico.

Andrea Bonina

Laureato in Geologia presso l’Università di Catania con tesi sperimentale sull'analisi e sulla modellistica della pluviometria e dei dissesti idrogeologici del versante nordoccidentale dell'Etna.