Nuovo cambiamento del tempo a metà settimana: tornano le nubi, temperature in calo

Ottobrata’ meteorologica rimandata a data da destinarsi. Dopo un paio di giornate calde e soleggiate, infatti, nelle prossime 48 ore un nuovo cambiamento del tempo interesserà la Sicilia. Con l’anticiclone delle Azzorre proteso dal Marocco alla Scandinavia (configurazione definita ‘Rex blocking‘), una circolazione depressionaria a carattere freddo coinvolgerà l’Europa nord-orientale, i Balcani e, parzialmente, anche la nostra Penisola.

Nella giornata di domani, mercoledì 5 ottobre, un flusso d’aria fresca raggiungerà la nostra regione, apportando condizioni di prevalente variabilità ed un calo delle temperature quantificabile dai 3 ai 6°C rispetto ai valori odierni. Le massime, dopo qualche picco compreso tra i 28 e i 31°C, torneranno pertanto su valori più tipicamente autunnali. Tra la notte e le prime ore del mattino nuvolosità irregolare farà capolino sulla Sicilia tirrenica, con la possibilità di qualche pioggia tra le province di Messina e Palermo. Nel corso del giorno nubi in aumento anche sui settori centro-orientali della regione, più consistenti nel primo pomeriggio; lo sviluppo di addensamenti nuvolosi a ridosso dei principali rilievi (Nebrodi, Erei, Etna, Iblei) favorirà la genesi di qualche breve rovescio di pioggia localizzato. In occasione del nuovo peggioramento del tempo, il Dipartimento Regionale della Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo di colore giallo (‘attenzione’).

Sotto un flusso in quota più mite e umido da ovest, le condizioni di variabilità proseguiranno anche nelle giornate di giovedì 6 e venerdì 7 ottobre, con passaggi nuvolosi alternati a fasi più stabili e soleggiate.

Instabilità atmosferica più accentuata sulla fascia ionica nelle prime ore di giovedì per il temporaneo richiamo di venti dai quadranti orientali, con nubi medio-basse in ingresso dal mare e possibilità di qualche rovescio. Da valutare, successivamente, il possibile transito di un rapido fronte temporalesco dal Tirreno occidentale entro la mattinata di venerdì, con maggiore coinvolgimento delle province occidentali e settentrionali dell’isola.

Nei prossimi aggiornamenti entreremo nel dettaglio sull’evoluzione attesa nel prossimo weekend, ricco per altro di appuntamenti enogastronomici in diverse località collinari e montane.

Andrea Bonina

Laureato in Geologia presso l’Università di Catania con tesi sperimentale sull'analisi e sulla modellistica della pluviometria e dei dissesti idrogeologici del versante nordoccidentale dell'Etna.