Earth Day 2017: a Castiglione di Sicilia il weekend “RispettiAMO la Terra”


L’Earth Day è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. La Giornata della Terra coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo. Le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, un mese e due giorni dopo l'equinozio di primavera, il 22 aprile.

Nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l'inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l'esaurimento delle risorse non rinnovabili. Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell'uomo; queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.

Nell'alto versante settentrionale dell'Etna, in occasione della 47° Giornata Mondiale della Terra, a Castiglione di Sicilia si celebrerà un weekend all'insegna della sostenibilità, con l'evento “RispettiAMO la Terra” coordinato da Marilisa Treffiletti, con la partecipazione organizzativa di Francesco Cultrera e la collaborazione di Legambiente, Parco Fluviale dell' Alcantara e WWF Sicilia Nord-Orientale. Diverse le iniziative legate alla Terra, alle tematiche ambientali ed alla sensibilizzazione del territori: sotto il profilo naturalistico sono previste escursioni sull’Etna e alle gurne dell’Alcantara; di grande interesse culturale la visita al Castello di Lauria e un convegno dedicato alla sostenibilità ambientale e allo sfruttamento dei suoli. Qui la pagina facebook dell'evento.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Andrea Bonina

Laureato in Geologia presso l’Università di Catania con tesi sperimentale sull'analisi e sulla modellistica della pluviometria e dei dissesti idrogeologici del versante nordoccidentale dell'Etna. Collaboro con l’associazione MeteoSicilia, curo la rubrica meteorologica per il quotidiano online 'La Gazzetta Catanese' e gestisco il blog di 'Meteo Bronte'.