Sicilia verso una svolta meteorologica: è imminente il ritorno di piogge e temporali

Dopo sei mesi estremamente siccitosi, presto la pioggia tornerà a bagnare la Sicilia, in modo diffuso e talvolta abbondante. La perturbazione numero uno del mese di settembre ha sancito la fine dell'egemonia del promontorio subtropicale e delle marcate anomalie termiche sul Mediterraneo (in Italia quella del 2017 è stata la seconda estate più calda dal 1800), la seconda e la terza – attese tra venerdì 8 e lunedì 11 settembre – romperanno un'attesa che si protrae ormai dalla primavera.

DUE IMPULSI — Il ritorno delle piogge in Sicilia passerà da due ondulazioni della corrente a getto: la prima è prevista nella giornata di venerdì, la seconda – ben più pronunciata e occidentale – tra domenica e le prime ore di lunedì.  Dal cut-off delle saccature scaturiranno due «gocce fredde in quota», in isolamento tra le estreme regioni meridionali e il Canale di Sicilia. Nonostante le proiezioni numeriche siano ancora soggette ad un margine d'incertezza non trascurabile (la circolazione atmosferica dell'emisfero boreale risente più o meno indirettamente, anche a distanza di migliaia di chilometri, del mastodontico uragano atlantico Irma), con ogni probabilità tali figure depressionarie apporteranno due distinte fasi di marcata instabilità atmosferica.

L'EVOLUZIONE DELLE PROSSIME ORE — Nella giornata di giovedì 7 ancora poco da segnalare: condizioni ampiamente soleggiate al mattino, qualche addensamento termoconvettivo a ridosso dei rilievi (Nebrodi, Etna e Iblei) nelle ore pomeridiane, con fenomeni isolati o del tutto assenti. Temperature in lieve aumento, ma senza particolari eccessi.

Venerdì 8 l'atteso peggioramento del tempo: una «linea di confluenza» al suolo potrebbe favorire la formazione di un sistema temporalesco sul Canale di Sicilia. A partire dalla tarda mattinata, ammassi nuvolosi carichi di precipitazioni risaliranno da sudovest alla volta della Sicilia. Il maltempo, a prevalente carattere temporalesco, avrà inizio dalle province meridionali (agrigentino, ragusano, basso nisseno) e raggiungerà l'apice nelle ore pomeridiane. Alle piogge potranno associarsi fulminazioni frequenti e colpi di vento.

Temporaneo miglioramento nella giornata di sabato 9, che trascorrerà all'insegna di condizioni prevalentemente soleggiate e termicamente estive, con massime comprese tra i 28 e i 33°C.

L'instabilità atmosferica tornerà a farsi protagonista tra la serata di domenica 10 e la mattinata di lunedì 11 settembre, a causa della traslazione di una circolazione depressionaria dal Mare delle Baleari al basso Tirreno. Occasione per nuove precipitazioni – talvolta intense e in grado di apportare valori cumulati piuttosto abbondanti – in ingresso dal trapanese e in successivo spostamento sui settori centro-orientali dell'Isola. A partire dalla notte si concretizzerà, per altro, un vistoso calo delle temperature per l'afflusso di aria nord-atlantica.

La distanza temporale non ci permette di spingerci oltre: seguiranno nuovi aggiornamenti con maggiori dettagli sull'entità e la localizzazione dei fenomeni.

© MeteoEtna.com | 6 settembre 2017

Andrea Bonina

Laureato in Geologia presso l’Università di Catania con tesi sperimentale sull'analisi e sulla modellistica della pluviometria e dei dissesti idrogeologici del versante nordoccidentale dell'Etna.

2 pensieri riguardo “Sicilia verso una svolta meteorologica: è imminente il ritorno di piogge e temporali

  • 7 settembre 2017 in 9:47
    Permalink

    Mi piace il modo estremamente cauto sulle previmeteo.Interessante i dettagli sulla provenienza dei fenomeni atmosferici

  • 7 settembre 2017 in 15:36
    Permalink

    Buon pomeriggio, Paolo. Grazie per l’apprezzamento.
    Le previsioni meteo non si chiamerebbero così se non presentassero un intrinseco margine d’incertezza dovuto alle caratteristiche dell’atmosfera terrestre. Tramite la modellistica numerica e i supercalcolatori, usiamo le equazioni differenziali che esprimono le dinamiche atmosferiche (siamo nel campo della fluidodinamica), risolviamo miliardi di calcoli, ma il risultato è approssimato, con un margine d’errore che cresce esponenzialmente col tempo, in particolare oltre i 3/4 giorni. L’utilizzo di un determinato registro linguistico è una forma di rispetto verso il Lettore.

    Un caro saluto,
    Andrea | MeteoEtna.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *