100° Giro d’Italia: orari, percorso e cronotabelle della 5° tappa Pedara-Messina

 

La centesima edizione del Giro d'Italia sta per entrare nel vivo con una storica doppia tappa siciliana. Nella giornata di martedì 9 maggio sarà la volta della Cefalù-Etna: un percorso insidioso, di elevata difficoltà, che metterà a dura prova i corridori dapprima sui Nebrodi e poi lungo i ripidi tornanti che da Nicolosi conducono ai 1892 m.s.l.m del Rifugio Sapienza. Mercoledì 10 si tornerà a bassa quota con la Pedara-Messina: dopo le fatiche della giornata precedente, il Giro 100 affronterà una tappa decisamente più rapida e dalle pendenze più dolci, che dal territorio di dodici comuni della fascia orientale del vulcano si porterà sullo Ionio, abbracciando la costa che da Giardini si estende allo Stretto.

Da Pedara a Castiglione, orari e territori comunali coinvolti — Per la prima volta nella storia, una tappa del Giro d'Italia partirà da Pedara, esattamente da Piazza don Diego alle 13.20. Percorrendo le strade provinciali 3, 10 e 8, in un rapido tratto in discesa la corsa rosa attraverserà San Pietro Clarenza (tra ore 13.26 e le 13.27), Mascalucia (13.29-13.30) e Sant'Agata Li Battiati (13.34-13.35). Da qui inizia il primo tratto in salita, non particolarmente ripido, che conduce a San Giovanni La Punta (13.38-13.40) e Viagrande (13.44-13.47). Si svolta a sinistra, sulla SP 43, per raggiungere Zafferana Etnea (14.03-14.07). Dalla “Città del Miele”, lungo la strada provinciale 8, si inerpica il tratto in salita più impegnativo dell'intera tappa, in direzione di Milo e Fornazzo (Gran Premio della Montagna, intorno alle 14.15). Dopo aver raggiunto la quota massima di 824 m.s.l.m, nuovo tratto in discesa attraversando la frazione di Vena e Piedimonte Etneo (14.36-14.45). A questo punto si svolta sulla statale 120 e si ricomincia a salire verso Linguaglossa (tra le 14.47 e le 14.56). Successiva svolta a destra sulla provinciale 7 in direzione di Castiglione di Sicilia tra le 15 e le 15.10. Dall'estremo versante nordest del vulcano inizia la discesa verso il mare, passando per Francavilla e Gaggi. Strepitoso finale costiero lungo la SS 114: i ciclisti attraverseranno, nell'ordine, Giardini Naxos (15.29-15.44), Taormina, Letojanni, Santa Teresa Riva, Roccalumera, Ali Terme, Scaletta Marina, Ponte Santo Stefano e Tremestieri. La tappa si concluderà a Messina, lungo la Via Garibaldi, probabilmente tra le 17.00 e le 17.25.

T05 Messina alt-1
« 1 di 5 »

5° tappa Pedara-Messina: i dettagli tecnici — Tappa mossa nella prima parte e pianeggiante nella seconda che si conclude in circuito. Partenza inedita da Pedara con i primi 40 km molto articolati per il continuo attraversamento di centri abitati con i consueti ostacoli della viabilità come rotatorie, spartitraffico, isole pedonali, pavé, dossi. Segue una parte in salita (GPM Fornazzo) seguita da una discesa impegnativa e veloce. Da segnalare alcuni restringimenti a Castiglione di Sicilia. Seguono salita e discesa su Taormina articolate e su strade in parte a carreggiata ridotta fino al rifornimento dove la strada diventa larga sostanzialmente rettilinea fino all’immissione nel circuito finale di Messina (già oggetto di un circuito nel 1972). Ultimi km: circuito finale di 6.3 km da ripetere una volta. Si percorrono viali larghi e rettilinei intervallati da curve a angolo retto. Negli ultimi km inversione a U ai 1500 m con lunghissimo rettilineo finale (prima parte in leggera discesa) fino all’arrivo.

© MeteoEtna.com | 8 maggio 2017

Andrea Bonina

Laureato in Geologia presso l’Università di Catania con tesi sperimentale sull'analisi e sulla modellistica della pluviometria e dei dissesti idrogeologici del versante nordoccidentale dell'Etna. Collaboro con l’associazione MeteoSicilia, curo la rubrica meteorologica per il quotidiano online 'La Gazzetta Catanese' e gestisco il blog di 'Meteo Bronte'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *