Anticiclone in rinforzo: l’estate mediterranea prende il sopravvento anche in Sicilia

  Le condizioni atmosferiche a tratti incerte di inizio settimana sono ormai alle spalle. La goccia fredda di origine atlantica ha abbandonato la Sicilia, fagocitata dalla progressiva espansione dell'anticiclone sul Mediterraneo centro-occidentale: dopo nubi e acquazzoni sparsi, l'estate è dunque pronta a ripartire, ma senza eccessi. Tra giovedì 8 e domenica 11 giugno, il quadro meteorologico sulla nostra regione sarà improntato al bel tempo, con un prevalente soleggiamento inframmezzato da modesti annuvolamenti pomeridiani a ridosso dei rilievi; si tratterà di nuvolosità cumuliforme poco sviluppata, circoscritta nell'entroterra e non in grado di dar luogo a precipitazioni degne di nota. Le temperature volgeranno ad un progressivo incremento, fino a raggiungere i valori tipici del mese di giugno: massime prevalentemente comprese tra i 25 e i 28°C lungo le coste, punte di 30/33°C nell'entroterra. Caldo afoso sui litorali laddove prevarranno le brezze, torrido nelle pianure interne e in collina. Zero termico relegato in libera atmosfera oltre i 4000/4200 metri di altitudine. Nel corso del prossimo weekend, le condizioni meteo-marine si mostreranno favorevoli alla balneazione: mari tutti poco mossi o quasi calmi, ventilazione debole a prevalente regime di brezza. Le temperature superficiali di vasti settori del Mediterraneo sono insolitamente calde per il periodo: in netto anticipo rispetto alla normale climatica, il basso Tirreno raggiunge i 24/25°C, mentre lo Ionio e il Canale di Sicilia presentano valori compresi mediamente tra 21 e 23°C. L'andamento delle SSTA è strettamente correlato alle grandi anomalie termiche positive registrate nelle ultime settimane nei settori occidentali del bacino: i massimi del promontorio subtropicale a più riprese tendono ad interessare la Penisola Iberica, le Baleari, le regioni centro-settentrionali italiane e la Mittel Europa. Una dinamica che alla lunga potrebbe rappresentare il vero leit motiv della prima parte della stagione estiva, a fronte di circolazioni secondarie più fresche e instabili tra l'Europa nord-orientale, i Balcani e il versante adriatico.

© MeteoEtna.com | 7 giugno 2017

   

Andrea Bonina

Laureato in Geologia presso l’Università di Catania con tesi sperimentale sull'analisi e sulla modellistica della pluviometria e dei dissesti idrogeologici del versante nordoccidentale dell'Etna. Collaboro con l’associazione MeteoSicilia, curo la rubrica meteorologica per il quotidiano online 'La Gazzetta Catanese' e gestisco il blog di 'Meteo Bronte'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *